Alopecie

Che cosa sono le alopecie?

Con questo termine si indica una condizione caratterizzata da una diminuzione della qualità e della quantità dei capelli, o addirittura la loro scomparsa. Le alopecie possono essere congenite o acquisite.
 

Quali sono le forme più frequenti di alopecia?

La forma più frequente è l’alopecia androgenetica, indotta dagli ormoni androgeni in soggetti geneticamente predisposti. Essa colpisce la maggior parte degli uomini dopo i vent’anni, (nel 5% dei casi può iniziare anche prima dei vent’anni). Un’altra forma piuttosto frequente è l’alopecia areata o in chiazze, che invece si manifesta soprattutto nei giovani e nei bambini.
 

Come si manifestano?

L’alopecia androgenetica si manifesta con perdita progressiva dei capelli in modo simmetrico nella zona frontotemporale.
L’alopecia areata si manifesta colpendo una o più zone limitate del cuoio capelluto o della barba, e le relative chiazze hanno un aspetto tondeggiante o ovalare.

 

Esistono altre malattie che possono portare ad una eccessiva caduta dei capelli?

Sì. I capelli possono cadere in maniera diffusa, ad esempio in corso di telogen effluvium: si tratta di una condizione psico-fisica che può conseguire ad uno stato di forte stress oppure all’uso di alcuni farmaci.
 

Esistono delle terapie?

Sì, ne esistono molteplici, e si dividono in topiche e sistemiche. Esse vanno selezionate in base al tipo di problematica e in base alle caratteristiche del paziente da trattare.